Donne e carcere: le vostre colpe ricadranno sui vostri figli

Il 24 settembre a piazza Montecitorio si è tenuto il sit-in organizzato dalla Consulta penitenziaria del comune di Roma, e sostenuto da oltre 50 rappresentanze tra le realtà più impegnate nella difesa dei diritti dei detenuti, per richiamare l’attenzione sull’emergenza-carcere. Fra le questioni poste in evidenza, oltre al sovraffollamento, alla incompatibilità della detenzione per detenuti…

Venezia: detenuti creano borse, con vecchi striscioni pubblicità

Si chiamano “malefatte” (le foto e le informazioni per comprarle sono qui) ma in realtà sono fatte benissimo. A forma di shopping, con i manici, coloratissime, in tre modelli e tutte pezzi unici. Sono le borse realizzate dai detenuti grazie al riutilizzo degli striscioni pubblicitari in Pvc, costeranno dai 15 ai 30 euro e potrebbero…

Difendiamo l’art. 27 della Costituzione

Sottoscrizione aperta sia ad Enti ed Associazioni, sia ai singoli cittadini Per aderire: inviare mail a redazione@ristretti.it con scritto “Difendiamo l’art. 27 della Costituzione” (le adesioni raccolte saranno raccolte in un dossier per il Presidente della Repubblica) DIFENDIAMO L’ARTICOLO 27 DELLA COSTITUZIONE! Educhereste i vostri figli al rispetto della legalità facendoli crescere in un ambiente…

L’eredità che ci lascia il convegno “Prevenire è meglio che imprigionare”: la catena dell’odio – informazione

“Prevenire è meglio che imprigionare”, la Giornata di studi che il 22 maggio ha portato più di 500 persone nella Casa di Reclusione di Padova, è stato pensato da “Ristretti Orizzonti” partendo dall’esperienza quinquennale del progetto “Il carcere entra a scuola. Le scuole entrano in carcere”. Dal confronto con, ormai, migliaia di studenti delle scuole…

Donne della Giudecca che parlano di prostituzione…

Donne che si prostituiscono per pagare il loro debito di migranti. Donne che lo fanno per la droga. Donne che decidono che è meglio vendersi piuttosto che massacrarsi in luoghi di lavoro desolanti Parlando di prostituzione con le donne della Giudecca che, in anni di carcere, disagio sfruttamento e violenza li hanno conosciuti in tutte…

Madri, figli e carcere

Che posso dire del rapporto con i miei figli? Che al momento sono “perduti”, ma dico al momento perché tornerò e li ritroverò. Questo scriveva Giuliana, detenuta alla Giudecca con quattro figli fuori, ad aspettarla. Ora, con la legge Finocchiaro, Giuliana li ha ritrovati Il testo che qui riportiamo è una riflessione drammatica, nella sua…