Unione Europea: chiesta una nuova strategia per l’uguaglianza di genere e per i diritti delle donne

Gender-hands-1260x840In una risoluzione adottata mercoledi il comitato Women’s Rights and Gender Equality ha chiesto alla Commissione di adottare una nuova strategia separata per l’uguaglianza di genere e i diritti delle donne con lo scopo di creare pari opportunità e porre termine a tutte le forme di discriminazione.

La risoluzione è stata adottata con 20 voti a favore, 12 contro e 3 astenuti.

“Sono davvero felice che il report sia stato adottato oggi a così larga maggioranza. Nonostante le nostre differenze e diverse visioni, i membrei del comitato si sono focalizzati nell’acquisire davvero pari opportunità in Europa” ha detto la rapporteur Maria Noichl (S&D, DE). “Adottato in plenara, il report  sarà una buona, equilibrata e lungimirante base per una nuova strategia per l’eguagliaza di genere per tutti gli uomini e le donne dell’Unione. Il report chiede azioni concrete e propone strumenti di azione”, ha aggiunto.

La strategia deve focalizzarsi su aree prioritarie come:

  • violenza contro le donne
  • discriminazione delle donne nel mercato dle lavoro
  • riconciliazione fra lavoro e vita privata
  • donne in posizioni di vertice
  • educazione e media
  • il mondo
  • meccanismi istituzionali e gender mainstreaming

Si è chiesto alla Commissione di fare una bozza di legge che preveda strumenti per proteggere le donne dalla violenza e chiedono agli stati membri di ratificare la convenzione di Istanbul.

Servizi di cura dei bambini di qualità dovrebbero essere disponibili e accessibili, rendendoli compatibili con l’orario di lavoro di uomini e donne, dice il testo. Inoltre, si evidenzia l’importanza delle forme di lavoro flessibili per riconciliare il tempo di lavoro e di vita familiare, dando per scontato che il lavoratore sia libero di decidere. Si vorrebbe introdurre il congedo di paternità  di almeno 10 giorni in tutti gli stati membri e che il congedo genitoriale sia fruibile da entrambi i genitori.

Si evidenzia l’importanza  di avere donne ai vertici, l’aumento maggiore è avvenuto nei paesi dove ciò è stato sostenuto da quote rosa. Si chiede alle istituzioni dell’Unione di aumentare al loro interno l’uguaglianza di genere.

Maggiori informazioni su  European Women Lobby

Tradotto da Oriana Baldasso

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *