Hamburger vegani

Tutto nasce da un esperimento non riuscito che non vi sto a raccontare, fatto sta che mi sono trovata con un pentolone di cereali e legumi lessi che rischiavano di finire in pasto alla pattumiera dell’umido. Beh li ho lasciati “decantare” in frigo ben 4 giorni e poi… illuminazione! Perchè non farci degli hamburger? L’esperimento sull’esperimento non è andato poi così male e vi passo la ricetta.

hamburger veganiPrendete un mix di cereali e legumi senza bisogno di ammollo, quelli che di solito si mettono nel minestrone o nelle zuppe, come miglio, soia, orzo, farro, lenticchie, piselli, fave ecc.. Io li prendo sfusi al mercato così me li scelgo.

 

 

 

 

hamburger vegani

Dopo averli lessati ed aver eliminato l’acqua rimasta, mettete, a crudo, olio extra vergine di oliva, sale, pepe, cipolla, aglio, rosmarino, salvia, erba cipollina e altri aromi che vi piacciono, quindi tritate tutto grossolanamente con il mixer ad immersione.

Se volete potete anche aggiungere delle spezie, io ho usato un po’ di curcuma, curry, zenzero e poco poco peperoncino.

 

 

 

hamburger vegani

Mentre lasciate raffreddare il composto grattugiate del pane vecchio e disponetene uno strato su un sacchetto del pane.

Ora dal composto raffreddato, aiutandovi con un cucchiaio per dosare la quantità, formate una pallina non troppo grande, quindi fatela rotolare sul pane grattugiato in modo da non appiccicarvi troppo le mani nel passaggio successivo.

 

 

 

hamburger veganiAppoggiate la pallina sul pane e appiattitela con le dita per formare l’hamburger, che passerete di nuovo nel pane.

 

 

 

 

 

hamburger veganiProcedete allo stesso modo con tutto l’impasto e disponete mano a mano gli hamburger in un contenitore, separando i vari strati con la carta dei sacchetti del pane.

Possono essere conservati in frigo per qualche giorno (se non avete fatto “decantare” l’impasto in precedenza come è capitato a me) oppure in congelatore così da averli pronti all’occorrenza.

 

 

hamburger veganiDa brava riutilizzatrice quale sono, conservo tutti i contenitori in plastica che non riesco ad evitare quando compro alcuni alimenti (in attesa che qualcuno trovi soluzione per tutti questi inutili imballaggi). Guardate che bel contenitore a porzioni pronto per il freezer!

 

 

 

 

hamburger vegani

Per la conservazione utilizzo anche vaschette di gelato o più piccoli contenitori in plastica trasparente che in freezer sono ottimi per vedere cosa c’è dentro.

 

 

 

 

 

hamburger vegani

Una volta pronti o tolti dal frigo o scongelati, passate a saltarli qualche minuto in padella antiaderente con un filo d’olio extra vergine di oliva e del sesamo, più o meno a seconda dei gusti, finchè non saranno dorati.

Ed ecco, l’hamburger vegano è servito! Da gustare con della verdura cruda o delle salse vegetariane.

Ovviamente proverò a variare la ricetta facendoli con fagioli o lenticchie, ma intanto aspetto a smaltire questi perchè alla fine dal pentolone sono usciti ben 35 hamburger!!

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *