Attivo numero gratuito provinciale anti-violenza

PADOVA. Raddoppiano gli strumenti a favore delle donne contro la violenza domestica grazie ad un nuovo numero verde per chiedere aiuto e l’apertura di un centro per l’accoglienza nella bassa padovana. Sarà attiva da lunedì la nuova linea telefonica messa a disposizione dal Centro Veneto Progetti Donna per tutte le padovane che hanno bisogno di aiuto e assistenza per uscire da una situazione familiare difficile o costellata di violenze. Il numero 800 81 46 81 si affianca così al 1522 che risponde alle emergenze a livello nazionale.

«È un contatto vicino alla realtà del territorio» spiega la responsabile del centro Cristina Bastianello, «un’esigenza maturata a partire dalla tendenza che stiamo registrando. Durante lo scorso anno ci hanno contattato 375 donne provenienti da tutta la provincia. Solo nei primi mesi di quest’anno sono già 324». Una vera e propria escalation che significa però che le donne iniziano ad uscire dall’isolamento. Secondo i dati Istat, infatti, solo il 7% denuncia situazioni di violenza in casa.

Per dare una risposta più capillare alle emergenze in rosa, vicende delle quali fanno spesso le spese i figli piccoli, anche Este ha deciso di dotarsi di un centro antiviolenza che si affianca a quello già esistente a Padova. La nuova struttura verrà inaugurata domani alle 19.30 nella sede dell’Accademia dell’Artigianato Artistico di via Francesconi. «Un luogo bello, perché l’accoglienza è anche questo» spiega il sindaco Giancarlo Piva. A seguire, alle 21, ci sarà il concerto dell’Orchestra d’archi del centro universitario diretta dal maestro Pietro Toso.

FONTE Il Mattino

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *